ABBIATEGRASSO
Tra spiritualità e umanesimo
Tappa 1: Basilica di Santa Maria Nuova
La basilica, edificata nel 1388 in occasione della nascita del figlio di Gian Galeazzo Visconti, Giovanni Maria, è preceduta da un quadriportico rinascimentale che rivela la facciata attribuita per molto tempo al Bramante, edificata a protezione del dipinto della Madonna con bambino, ritenuta miracolosa. Gli interni furono modificati successivamente, intorno al 1740.
Tappa 2: Basilica di Santa Maria Vecchia
La chiesa di Santa Maria Vecchia, oggi sconsacrata, rappresenta l’edificio religioso più antico costruito entro le mura cittadine, nel cuore del borgo altomedievale di S. Martino,databile intorno al Mille. La chiesa era annessa al Monastero benedettino femminile di Santa Maria della Rosa, sorto alla metà del ‘400, di cui è visibile il portico affrescato dal civico 3 di Piazza Cinque Giornate. L’edificio è oggi di proprietà privata.
Tappa 3: Il Castello Visconteo
Nel centro storico si trova anche il Castello Visconteo risalente alla fine del 1300 e che sostituì quello distrutto nel 1167 da Federico Barbarossa. Il Castello, di notevole importanza strategica tra il XIV e il XV secolo, con Filippo Maria Visconti e Gian Galeazzo Sforza, è ubicato tra il Naviglio Grande e la strada di collegamento Milano – Vigevano. Presenta tutt’ora alcuni dei pregevoli affreschi e decorazioni dello stesso periodo, nelle sale interne e nel cortile. Notevoli anche le incisioni e i disegni di metà Quattrocento, lasciati dai prigionieri politici, ivi rinchiusi. Attualmente il complesso è sede della Biblioteca Civica.
Tappa 4: Il Convento dell’Annunciata
Fatto costruire da Galeazzo Maria Sforza, nel 1469, in segno di gratitudine per essersi salvato miracolosamente da un’imboscata. Nel 1810 il Convento fu soppresso e divenne sede maschile dell’Ospedale degli Incurabili di Abbiategrasso. Oltre alla serie di affreschi risalenti al 1500, è possibile ammirare altre opere notevoli di epoche diverse, restaurate in tempi recenti. In particolare,due importanti opere sono presenti nel refettorio : la “Resurrezione”, del XV secolo e “L’Ultima Cena” del XVII secolo. Dal 1997 il Convento è patrimonio del Comune di Abbiategrasso.
INFORMAZIONI
Durata: 2 ore
Translate »