accordeonica-donne-in-canto-busto-garolfo-29

Un viaggio musicale tra le più dolci note della fisarmonica, quello proposto da Patrizia Di Malta con Nadio Marenco, Walter Guerra e Lucio Costa per la 18esima serata del Festival Donne In·canto, Venerdì 3 Maggio presso l’Aula Magna delle Scuole  A. e G. Caccia di Busto Garolfo. Presente il Sindaco, Susanna Biondi.

Accordeonica - Donne In Canto - Busto Garolfo (18)Busto Garolfo – se chiudi gli occhi puoi sognare.Questo è stato il fil rouge che ha condotto, prendendo per mano gli ospiti presenti e trasportandoli tutti nella magia della sensualità che sanno regalare le dolci note della Fisarmonicastrumento che fin dall’antichità ha sempre richiamato il ballo e la danza di corteggiamento. Chi non ha sognato sulle note soavi e leggere di un tango o di un valzer?

E questa sera, Accordeonica, progetto nato dal proporre un repertorio trasversale nel tempo e nello spazio per sola voce e fisarmonica ha proposto agli ospiti presenti un percorso in terra brasiliana tra malinconia e tristezza, amori perduti e amori che ritornano, amori nostalgici. Passione, cuore e un’esplosione “graffiante” di sensualità mista a dolcezza a tratti romantica, a tratta buia, spesso dilaniante, pochissime volte allegra. Un mix di suoni, colori ed emozioni.

Un viaggio nella nostalgia, sentimento generato dalla mancanza di qualcosa: un amore perduto o impossibile, la propria terra Accordeonica - Donne In Canto - Busto Garolfo (9)lontana, la pace, la libertà, la realizzazione di un sogno. Un vissuto che accomuna tra loro popoli e lingue al di là delle distanze geografiche, in un percorso musicale tra l’Europa, l’Africa e le altre Americhe: Cuba, Messico, Brasile, Perù, Paraguay, Argentina…tutto generato da un repertorio vintage che attinge alla tradizione mondiale dalla fine dell ‘800 a oggi: dallo Choro, musica tradizionale brasiliana dove si mischiano vari generi al zamba e tango argentino, dalla Habanera della Carmen di Bizet ai landò afro-peruviani, dai valzer francesi al fado portoghese, dai musical degli anni ’30 di Kurt Weil alle colonne sonore di film francesi e latinoamericani.

Uno spettacolo intimo, magico ed emozionante, affidato alla maestria del fisarmonicista Nadio Marenco e al potere evocativo della voce di Patrizia Di Malta, cantante, autrice e attrice. Nata a Milano da madre francese e padre italiano, trascorre l’adolescenza in Brasile dove si trasferisce con i genitori e in questa serata il suo amore per quella terra lontana è emerso in tutta la sua potenza.

Accordeonica - Donne In Canto - Busto Garolfo (4)Strepitosa l’interpretazione dei migliori autori brasiliani, spaziando tra vari pezzi della tradizione, fin ad arrivare alla musica italiana con Mina e Lugi Tenco.

Applausi dal pubblico e dal Sindaco Susanna Biondi che nel ringraziare i protagonisti di questa serata, vuol ringraziare ancora una volta il Direttore Artistico del Festival, Giorgio Almasio per aver creato un progetto di qualità che sa far rete tra i comuni.

Parole di riconoscenza anche da parte di Giorgio Almasio alla città di Busto Garolfo perché presente nel Festival da dieci anni e per essere stato uno dei quattro comuni che nel 2012 ha saputo credere e mantenerlo vivo.

E mentre gli artisti eseguono l’ultimo brano dedicato a Mercedes Sosa, “la cantora popular”, a cui è stata dedicata questa edizione del Festival, noi chiudiamo gli occhi e torniamo a sognare e a lasciarci avvolgere dall’abbraccio che solo l’infinita magia della musica sa regalare.

Jessica Urbani

Galleria fotografica a cura di Beppe Fierro

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui!

Comments are closed.

Translate »