DETTAGLI ALLEGATO swing-75esimo-liceo-galileo-galilei-05-sempione-news

Un sabato sera che ci riporta indietro nel tempo fino agli anni ’40 del secolo scorso quando, la febbre dello “Swing” approda in Italia e proprio in quegli anni a Legnano, nasce il Liceo Galileo Galilei. Un momento di puro divertimento, organizzato dall’Associazione Liceali Sempre, con il sostegno del Comune di Legnano e main sponsor Banca BCC di Busto Garolfo, per festeggiare il settantacinquesimo anniversario di fondazione del Liceo di Viale Gorizia e dare inizio alla Stagione del Teatro Tirinnanzi.

Legnano – correva l’anno 1943, Legnano in pieno clima bellico ha comunque saputo guardare avanti proiettandosi verso il futuro. Ecco che in quel preciso momento l’istruzione cittadina cambia, nasce l’istruzione Liceale.

Inizia così, 75 anni fa la storia del Liceo Galileo Galilei di Legnano, che ha visto sedere tra i suoi banchi numerose persone di successo che hanno reso grande la città di Legnano.

Ad introdurre questa serata di puro divertimento è la Professoressa Ornella Ferrario che nel salutare gli intervenuti, ringrazia l’Associazione Liceali Sempre che per festeggiare il settantacinquesimo anno di fondazione del Liceo, ha voluto dedicare uno spettacolo alla città, facendolo con una musica in voga proprio in quegli anni ma che sta ritornando di moda anche oggi, lo Swing. “Una musica checome ricorda la Professoressa Ferrario, con la sua effervescenza è capace di unire diverse generazioni. Il Liceo Galilei, fondato proprio a Legnano, come derivazione del Liceo Vittorio Emanuele di Milano, nasce in contemporanea a questo tipo di musica.  Grazie infine all’Amministrazione Comunale per aver messo a disposizione il Teatro Città di Legnano”.

Ed è proprio dalla voce del Sindaco Gianbattista Fratus che ripercorrendo brevemente la storia di questa scuola cittadina, nata in un periodo difficile ma che da sempre è portatrice sana di culturauna cultura che il Sindaco Fratus definisce Europea e perché no Mondiale, poiché grazie ai suoi insegnanti preparati e agli interscambi che propone, ne escono persone di successo.

Paola e Mietta dell’Associazione Liceali Sempre, che si definiscono “ever green”, chiedono la collaborazione di chi liceale c’è statodi chi ha ricordi di vita vissuta tra le mura di Viale Gorizia, questo perché il loro intento sarebbe quello, entro l’anno venturo, di andare ad integrare il libro già edito per i 50 anni, con l’aggiunta dei 25 mancanti.Mietta ricorda poi che, la passione per il liceo è e deve essere una passione condivisa perché gli anni della scuola lasciano sempre bei ricordi.

Un pensiero positivo e perché no un ritorno va anche la festa organizzata quest’estate al Castello dove diverse generazioni hanno fatto festa insieme nel ricordo della propria scuola.

Ma adesso è giunto il momento di aprire la Stagione Teatrale 2018-2019 del Teatro Talisio Tirinnanzi di Legnano, con una compagnia “effervescente” e ritmica,  signori e signore, ecco a voi Jumpin’Joe and Friends. Ed è un inizio a tutto Swing!

Jumpin’ Joe, al secolo Giovanni Lampugnani, che incontriamo prima dell’inizio dello spettacolo è coreografo, regista della compagnia, ballerino di tip-tap oltre che, come lui stesso si definisce: “un amante della musica a 360°” e questa serata è per lui un ritorno alle origini perché è un ex liceale(“pardon liceale, come ci ricorda, lo si è per tutta la vita“).

Per questo motivo, prima di dare vita allo spettacolo dedica una lettera al preside del Liceo e a chi con lui ha condiviso quegli anni. E riaffiorano alla mente vecchi ricordi, di ore passate tra i banchi e tutti ritorniamo per un attimo agli anni della scuola…

Ma lo Swing è troppo acceso e a colpi di tip tap, compiamo un viaggio temporale che ci porta dritto nell’America degli anni ’20, dove nacque la musica Jazz.

Una musica che veniva definita “nera per i neri” che però seppe troncare con il passatoNata nei bassifondi di New Orleans, portò da subito una rivoluzione e aprì un nuovo varco verso altri mondi musicali e quando arrivò, prima in Europa e successivamente in Italiale donne soprattutto, l’accolsero con molta libertà, segnava per loro il tempo di emancipazione e dava uno sguardo al futuro più aperto.

In un crescendo di danza e di ritmi con l’eleganza e l’allegria del tip-tap di quel periodo, inizia il musical “in time”, saliamo sul treno dello Swing, per compiere un viaggio tra le note dei più grandi compositori jazzisti del tempo tra i quali ricordiamo Louis Armstrong, Fred Astaire e la sua indimenticabile Ginger Rogers.

Ad intervallare queste meravigliose coreografie, impreziosite da piume e merletti che sanno cantare e raccontare l’amore ai tempi dello Swing, dei pezzi Charleston e la stupenda voce calda di Vittoria.

Spazio poi alla figura del marinaio, con la camminata “jazz”, molto piacente in quel tempo e un omaggio anche al jazz italiano degli anni ’90.

Una febbre collettiva, un’interazione con il pubblico che canta e applaude a ritmo, una musica che sa conquistare per una serata davvero effervescente quella realizzata dalla compagnia Jumpin’ Joe!

Tanti auguri, Liceo Galilei!

Jessica Urbani

Galleria fotografica a cura di Sergio Banfi

 

 

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui!

Comments are closed.

Translate »