flauto-uncle-bard-and-the-dirty-bastards-celtic-wave-2019

La musica coinvolgente di Uncle Bard and the Dirty Bastards fa ballare il pubblico della prima edizione del festival Celtic Wave a Cassano Magnago

Cassano Magnago – L’onda celtica è arrivata anche a Cassano Magnago, la città che, da venerdì 10 maggio 2019 (fino a domenica 12 maggio 2019), ospita la prima edizione di Celtic Wave. Anche la seconda serata – sabato 11 maggio 2019 – è stata all’insegna della migliore musica celtica e folk grazie ai concerti di Fourth Moon, Andrea Rock, Cùig e Uncle Bard and the Dirty Bastards. La manifestazione si svolge all’interno dell’Area Feste in via Primo Maggio ed è stata organizzata da Gens D’Ys – Accademia di Danze Irlandesi, Uncle Bard and the Dirty Bastards e UYBA.

Gens D’Ys, già promotrice di Busto Folk, ha organizzato in grande stile i festeggiamenti per il “tempo di Beltane”, intrattenendo i visitatori con delle esibizioni di danze irlandesi ed invitando ospiti conosciuti in Italia e all’estero. A partire dai Fourth Moon, gruppo musicale nato nel 2004 dall’incontro il violinista Jean-Christophe Morel, il chitarrista Jean Damei e Geza Frank (alla cornamusa e al flauto). Successivamente, nel 2016, la formazione cambia e si sono aggiunti David Lombardi (violino) e Andrew Waite(fisarmonica).

Hanno conquistato il favore del pubblico in numerosi festival (Edinburgh Trad Fest e l’International Accordion Festival di Vienna solo per citarne due). In breve è arrivata anche la critica positiva da parte della BBC Radio Scotland che li ha definiti “assolutamente strabilianti”. Nel 2017 hanno registrato il loro primo album intitolato “Ellipsis”.

Dopo i ritmi contemplativi e allo stesso tempo frizzanti dei Fourth Moon, è salito sul palco del Celtic Wave Andrea Toselli, meglio conosciuto da tutti come “Andrea Rock”. Molti avranno già sentito la sua voce ai microfoni di Virgin Radio ma la sua attività non è legata solo alla radio. Infatti Andrea Rock è un punk rocker, musicista, appassionato di basket, fumetti, action sport e delle verdi terre d’Irlanda.

La seconda serata di Celtic Wave è oramai entrata nel vivo: così, tra gli invitanti aromi provenienti dai food trucks e le curiosità artigianali delle bancarelle, ecco diffondersi le note del quintetto irlandese Cùig. I cinque giovani musicisti (Miceal Mullen al banjo e al mandolino, Rònàn Stewart alla chitarra, Eoin Murphyal button accordio e Cathal Murphy alla batteria, alla chitarra e alla voce) hanno vinto svariati titoli All Ireland e hanno stravolto le regole con il loro innovativo approccio alla musica tradizionale irlandese.

Infine, i nostrani Uncle Bard and the Dirty Bastards (Guido Domingo, Lorenzo Testa, Luca Crespi, Roberto Orlando, Silvano Ancellotti e Luca Terlizzi) hanno chiuso la seconda impegnativa giornata del festival Celtic Wave. Il gruppo musicale può vantare oltre un decennio di attività e di tour in tutta Europa (oltre trecento esibizioni solo negli ultimi anni), dove si sono fatti conoscere grazie alla loro musica in cui vengono miscelati in maniera esplosiva il folk/rock e la tradizione musicale irlandese.

Hanno all’attivo tre album e hanno collaborato con band del calibro dei Flogging Molly e dei Dropkick Murphys. La critica ha così recensito il loro album “Get the Folk Out!”: Uncle Bard and the Dirty Bastards “non pretendono di essere irlandesi, bensì rendono omaggio con il massimo rispetto a musica e cultura irlandesi. Come se fossero dei figli adottati di Irlanda, sono riusciti a portare una vera ventata di freschezza nella scena Celtic Rock europea”.

In questi anni, oltre all’attività concertistica, il gruppo musicale si è anche dedicato alla realizzazione di un nuovo album, il quale uscirà durante l’estate del 2019. In attesa della pubblicazione, i fan degli Uncle Bard and the Dirty Bastards hanno potuto ascoltare alcuni dei brani ancora inediti presentati apposta al Celtic Wave.

Non rimane che aspettare l’ultima giornata di concerti, resi possibili anche grazie all’unione delle forze di diverse realtà ed enti del territorio, come l’Associazione Culturale Le Officine, B.A. City Factory, Rosafanti Rugby, la Città di Cassano Magnago, il Distretto del Commercio e la Consulta Comunale Attività Economiche.

Domenica 12 maggio 2019 il festival Celtic Wave 2019 si concluderà in bellezza con il concerto di Hevia.

 

 

Emmanuele Occhipinti

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui!

Galleria fotografica a cura di Emmanuele Occhipinti:

Comments are closed.

Translate »