535esima-fiera-agricola-abbiategrasso--08

La Fiera Agricola Regionale di Abbiategrasso “Agricoltura Geniale” unisce scienza e natura nella figura di Leonardo Da Vinci

Abbiategrasso – La genialità creativa di Leonardo Da Vinci sarà il filo conduttore del ricco programma di appuntamenti che animeranno l’edizione 2019 della Fiera Agricola Regionale di Abbiategrasso, dando voce alle idee più innovative e lungimiranti in campo agricolo.

I castelli di Abbiategrasso e Vigevano e l’Abbazia di Morimondo rappresentano i vertici di un triangolo nel quale la presenza del genio leonardesco fu assidua, perché qui viaggiava tra Milano e il territorio dei Navigli, incontrava gli amici e studiava la natura e le architetture. Nell’area milanese sono anche frequenti le testimonianze dell’impulso che gli studi di Leonardo hanno dato all’evoluzione delle pratiche di governo delle acquee nello sviluppo della scienza idraulica.

La presenza del genio leonardesco a Milano e nel territorio dei Navigli è documentata oltre che da opere e documenti straordinari, anche da altri segni; a partire dal 1482, quando Leonardo lascia la Firenze di Lorenzo il Magnifico per raggiungere Milano alla corte di Ludovico il Moro.

Qui, mentre era impegnato a dipingere L’Ultima Cena, ricevette da Ludovico la proprietà di una vigna di circa 16 pertiche, situata all’interno della casa degli Atellani, proprio di fronte al complesso di Santa Maria delle Grazie. La vigna fu molto cara a Leonardo, che se ne prese cura per tutta la vita.

In occasione di Expo 2015, grazie a un progetto scientifico promosso dalla Fondazione Portaluppi e degli attuali proprietari di Casa Atellani, è rinata La Vigna di Leonardo; occasione unica per il nostro territorio sarà ospitare nella cornice della Fiera Agricola 2019 la loro realtà e i loro preziosi vini, ricavati – grazie agli studi e alle ricerche di genetisti e biologi – dalle stesse uve coltivate da Leonardo.

Oltre alla consueta esposizione di macchine agricole, quest’anno la Fiera si concentrerà sull’ampia varietà di tematiche care al genio del Rinascimento: piante, fiori e animali saranno i protagonisti di numerosi laboratori didattici e percorsi sensoriali; legno e materiali naturali verranno utilizzati per costruire macchine e in particolare mulini ad acqua; il tutto all’interno di un’esperienza autentica, dove conoscere e sperimentare si uniscono al divertimento e alla sorpresa per le meraviglie della natura.

Ci saranno conferenze a tema, con esperti di diversi settori legati al mondo dell’agricoltura e dell’allevamento: momenti di dialogo preziosi, utili a “coltivare” relazioni e “seminare” cultura, come “Orto per tutti”, “Il mondo delle api”, “Insetti impollinatori” e ”Agricoltura sostenibile”.

Le scuole primarie cittadine saranno coinvolte invece nel progetto AgricolturAmbiente, realizzato in collaborazione con il Parco del Ticino. L’obiettivo è presentare ai ragazzi un nuovo modo di conoscere il territorio e le attività produttive, raccontando il tema dell’agricoltura nei suoi aspetti più interessanti: il rispetto delle risorse ambientali, la valorizzazione del lavoro agricolo, gli effetti dei cambiamenti climatici.

Le classi assisteranno ad una lezione tenuta da un educatore abilitato del Parco Ticino e da un agricoltore.

Per celebrare l’importante legame di Leonardo Da Vinci con la cultura e la conoscenza, a conclusione della Fiera di Ottobre verrà organizzata una “Serata di Benvenuto nel Mondo delle Professioni”, durante la quale le nuove generazioni di abbiatensi che hanno raggiunto il prestigioso traguardo della laurea potranno presentarsi ai propri concittadini e ai rappresentanti dell’università e del mondo imprenditoriale, al fine di condividere opportunità e prospettive per il futuro.

L’intera città si “vestirà a festa” e anche il centro storico sarà animato da iniziative e proposte: i Sotterranei del Castello ospiteranno una vera e propria locanda a tema vinciano, dove sarà possibile degustare proposte enogastronomiche originali.

Arricchiranno il denso calendario di appuntamenti: la biciclettata proposta dal Comitato Tappa 2018, il Concorso delle Vetrine, mostre, esposizioni, mercatini…

Leonardo da Vinci è stato una figura davvero poliedrica – spiega l’assessore alle Fiere e Mercati Cristina Cattaneo – si è interessato ai più vasti campi del sapere, dall’architettura alla biologia, dalla meccanica all’anatomia, e ne ha studiato le applicazioni nei diversi ambiti, non trascurando anche il mondo agricolo. La scienza si lega così in maniera indissolubile all’agricoltura, che diventa per questo geniale.”

Scarica il programma completo e il menu de La Taverna di Leonardo:

PROGRAMMA FIERA (272kB – PDF)

LA TAVERNA DI LEONARDO – Castello Abb.sso (537kB – PDF)

La Redazione

Continua a seguirci sui nostri social, clicca qui!

Comments are closed.

Translate »